Million Dollar Quartet, la jam session più incredibile di sempre

Million Dollar Quartet Zoa Studio
Foto storica del Million Dollar Quartet con toppe Zoa Studio.

Se pensiamo ad eventi  “once in a lifetime” o giù di lì, tipo il passaggio della cometa di Halley o un’eclissi, quello che ci viene in mente è la breve durata, ma l’enorme emozione e lascito sull’umanità che solo questo tipo di accadimenti comporta. Ecco, dal punto di vista musicale la stessa emozione provata a guardare una cometa l’avrà sicuramente avuta chi c’era quel 4 dicembre 1956 ed ha visto nascere il Million Dollar Quartet, il supergruppo tra i supergruppi del rock ‘n’roll (Perché si chiama Rock and Roll) , durato un giorno e composto da Johnny Cash, Elvis, Jerry Lee Lewis e Carl Perkins. Ma cosa successe quell’incredibile martedì?

Il giorno del Million Dollar Quartet

Il 4 dicembre del 1956 Carl Perkins, musicista affermato e autore di Blue Suede Shoes (no, non è di Elvis, anche se The King la registrò varie volte e non solo lui) si reca agli Sun Record Studios a Memphis, Tennesse, per registrare alcuni brani.

Ad un certo punto della giornata si presentano Jerry Lee Lewis (convocato dal produttore discografico Sam Phillips per suonare il piano per la registrazione di Perkins) e invece, per caso, Elvis e Johnny Cash. Sì, avete capito bene, per puro caso!

Durante una pausa delle registrazioni Elvis si siede e attacca al piano al posto di Jerry Lee Lewis, suonando alcune melodie gospel. Subito Johnny Cash e gli altri lo seguono. Sam Phillips, da bravo imprenditore qual era, fiuta subito che quella è un’occasione che non si ripeterà, con tutta probabilità, mai più. Chiama Jack Clement (il tecnico del suono presente in quel momento) e gli ordina di registrare tutto quello che avviene in sala.

In aggiunta, Phillips, chiama anche un quotidiano locale, il Memphis Press Scimitar, per far parlare di quanto stava avvenendo, definendo il supergruppo impromptu della giornata: Million Dollar Quartet.

Delle registrazioni, della durata totale di circa 70 minuti, la voce di Johnny Cash non è quasi mai riconoscibile. Sembra, da alcune fonti, perchè Cash abbandonò quasi subito la sala di incisione, ma il musicista è di tutt’altro parere. Ma facciamocelo raccontare direttamente da lui.

Foto storica del Million Dollar Quartet
Foto storica del Million Dollar Quartet

Il Million Dollar Quartet raccontato da Johnny Cash

A raccontare l’incontro del Million Dollar Quartet nella sua autobiografia, è uno dei suoi membri, Johnny Cash (avevamo già citato la famosa biografia di Cash nella nostra personalissima intervista Il mio film con Johnny Cash).

Johnny Cash su Elvis

“Quando oggi si parla delle registrazioni del Million Dollar Quartet, l’unica occasione in cui Elvis, Jerry Lee, Carl ed io ci siamo trovati a suonare, per qualche strana ragione il nome di Carl finisce sempre per essere l’ultimo, quando in realtà quella era la sua sessione di registrazione nello studio. Quel giorno nessun altro doveva incidere alla Sun. Io ero in studio e, al contrario di quello che è stato detto da molti, quel giorno sono stato il primo ad arrivare e l’ultimo ad andarsene, ma mi trovavo lì solo per assistere alla registrazione di Carl, che andò avanti fino a metà pomeriggio, quando Elvis arrivò insieme alla sua ragazza.

A quel punto la registrazione si interruppe per una pausa, e ci prendemmo tutti un momento di libertà. Elvis si mise al piano, e iniziammo a cantare dei gospel e un paio di canzoni di Bill Monroe. Elvis voleva sapere quali altri canzoni avesse mai composto, oltre a Blue Moon of Kentucky (se ve lo state chiedendo anche voi oltre Elvis, leggete qui: https://it.m.wikipedia.org/wiki/Bill_Monroe ), e io conoscevo tutto il repertorio. Al contrario di quello che è stato scritto, sono stato presente a tutta la registrazione. La mia voce non è immediatamente riconoscibile perché cantavo lontano dal microfono e in una tonalità più alta del solito per accordarmi a quella di Elvis, ma vi garantisco che ero lì con loro”

Johnny Cash sugli altri componenti del Quartet

Oltre a parlare del collega Elvis e della sua voce, Johnny Cash ci racconta anche degli altri componenti del Million Dollar Quartet e di come si è concluso quell’incredibile 4 dicembre 1956.

“Non mi ricordo esattamente quando Jerry Lee si è unito a noi, ma mi ricordo distintamente che Elvis gli ha ceduto il posto al piano e Jerry ha attaccato con Vacation in Heaven. Quella era la prima volta che lo sentivo suonare, e rimasi travolto dal suo stile. Era così bravo che l’unica cosa che i ricordo dopo il suo intervento è che Elvis e la sua ragazza si defilarono in tutta fretta. L’ultimo ricordo che ho di quella giornata, a parte la cena a base di hamburger nel caffè accanto alla Sun, è la foto che ci ha immortalati insieme sul Memphis Commercial Appeal, dove compare anche lei, seduta sul pianoforte. Ogni volta che guardo quella foto non posso fare a meno di domandarmi che fine abbia fatto quella ragazza.

Se vi state chiedendo perché Elvis se ne sia andato quando Jerry Lee Lewis ha preso il suo posto al pianoforte, la risposta è molto semplice. Nessuno, neppure Elvis, era in grado di stare dietro a Jerry Lee Lewis. E per quanto riguarda il gossip, posso dire di non aver mai sentito Jerry dire cose spiacevoli su di lui. Non ce l’aveva con Elvis, Jerry aveva un brutto carattere un po’ con tutti”.

La registrazione del Million Dollar Quartet

Ma cosa accadde alla registrazione di quel 4 dicembre 1956? Tristemente, per alcuni anni, fu lasciata lì, tra i vari documenti della Sun Records. Nel 1969 l’imprenditore Shelby Singleton acquista la Sun. Così come la jam session del 1956 nasce per caso, parecchi anni dopo, spulciando tra più di 10,000 ore di incisioni, viene ritrovata una porzione di questa registrazione. Nel 1981 esce di conseguenza l’LP The Million Dollar Quartet, contenente 17 canzoni a tema gospel/spiritual. Ironico che quattro icone del rock avessero inciso questo tipo di musica, cosa che rende questa registrazione ancora più straordinaria.

Molti anni dopo, viene scoperto del materiale aggiuntivo. Nel 1987, esce così: The Complete Million Dollar Session, anche in formato CD, che nasceva proprio in quegli anni. Negli Stati Uniti, visto il nome di punta del Quartet, il disco viene ripubblicato nel 1990 con il titolo Elvis Presley – The Million Dollar Quartet. Nel 2006 l’etichetta RCS utilizza una copia delle sessioni di proprietà proprio del Re del Rock in persona (abbiamo parlato di lui anche qui Hail to “The King”)  per far uscire un album in occasione del 50esimo anniversario di quell’incredibile registrazione.

Il Million Dollar Quartet dal 2006 ad oggi, il musical

Nel 2007 esce in anteprima al Seaside Music Theatre in Florida e poi a Seattle il musical Million Dollar Quartet. Il libretto é scritto da Floyd Mutrux e Colin Escott basandosi sulla celeberrima registrazione del 1956. Il musical è un successo e sbanca il botteghino (www.milliondollarquartet.net). Nell’ottobre 2008 la produzione si sposta a Chicago mentre la produzione di Broadway viene inaugurata al Nederlander Theater nell’aprile 2010. L’anno successivo, dopo 489 spettacoli e 34 anteprime, la produzione di Broadway si chiude per riaprire Off-Broadway al New World Stages. Nel 2010 questa produzione Newyorkese viene nominata per 3 Tony Awards: miglior musical, miglior libro di un musical per Escott e Mutrux e milgior attore protagonista in un musical per Levi Kreis. L’unico Tony viene vinto dall’attore.

Tuttora il musical viene rappresentato in alcuni degli Stati Uniti. Ad esempio la programmazione comprende un vero e proprio tour dal 2015 e l’aggiunta nel 2019 dello stato dell’Idaho tra i Paesi che portano in scena “the electrifying true story” (come si legge nella locandina” del Million Dollar Quartet).

#whatajamsession

#onedaycanmakethedifference

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Davide Finotto ha detto:

    Grazie per questo bell articolo.non sapevo che 4 mostri sacri del rock’n’roll si fossero riuniti per caso in sala di registrazione ed avessero registrato dei pezzi gospel.sono curioso del risultato e provvederò immediatamente a sentire cosa hanno inciso

    1. zoastudio ha detto:

      Per fortuna hanno ritrovato le registrazioni!!! Cerca su spotify The Complete Million DOllar Quartet: https://open.spotify.com/album/7MIa9lOZOAz5F5S3IlsC2Y?si=rvbDGqrMSr2E330XZ-C4KA

Rispondi