The World is Yours

 

Tributo di Zoa Studio a Scarface e Giorgio Moroder
Illustrazione di Zoa Studio

 

Buon compleanno, Giorgio Moroder! Buon compleanno con un giorno di ritardo, Al Pacino! Chissà se si sono scambiati gli auguri anche sul set di Scarface dove Al Pacino ha dato vita a Tony Montana e Giorgio Moroder ha composto la colonna sonora?

E chissà come Tony Montana, alias Scarface, oggi augurerebbe a Giorgio Moroder buon compleanno per i suoi 79 anni? Magari gli direbbe qualcosa tipo: “Salutatemi il mio amico Giorgio” (al posto di Sosa), fategli gli auguri e poi un “Che avete da guardare? Siete solo una manica di coglioni. Sapete perché? Perché non avete il fegato per stare dove vorreste stare. Voi avete bisogno di gente come me.”

Giorgio Moroder compositore

Infatti Giorgio Moroder nel 1983 ebbe bisogno di gente come Scarface per creare un’indimenticabile colonna sonora che però, quell’anno, non vinse alcun premio. Come brillantemente spiegato da un articolo di Alessandro Beretta per il Corriere, “Film violento e estremo, parabola deviata del sogno americano e del potere, immerso nella cocaina, che ha fatto storia. «Il mondo è tuo» è il motto di Tony Montana, ma si sbriciola a colpi di arma da fuoco. Con le musiche di Giorgio Moroder, diretto da De Palma in stato di grazia, un film di cui Martin Scorsese, amico del regista, disse: «Siete dei grandi, ma preparatevi, lo odieranno a Hollywood, perché parla di loro». In effetti, agli Oscar, non ricevette nessuna nomination”

In quell’anno Giorgio Moroder, come appena detto, non vinse nulla, ma di Oscar ne ha vinti finora 3. Uno nel 1979 per la migliore colonna sonora per Fuga di Mezzanotte, uno per la miglior canzone nel 1984 per Flashdance e l’ultimo nel 1987 per Take my breath away, dal film Top Gun. Considerato uno dei musicisti più influenti e un pioniere nell’ambito della musica elettronica e della disco music, oltre a dischi “propri” in stile Kraftwerk, ha composto più di una dozzina di colonne sonore, tra cui, oltre ai già menzionati Top Gun e Flashdance, ricordiamo La Storia Infinita, American Gigolò e, per l’appunto, il soggetto di oggi, Scarface.

Infatti, come già fatto in precedenza, approfittiamo del compleanno del compositore Giorgio Moroder per parlare anche di un personaggio che ha influenzato la caratterizzazione e lo stile recitativo presenti in numerosi film come Quei Bravi Ragazzi o Blow e serie tv contemporanei: basti pensare ai vari Narcos, Gomorra o Regina del Sud.

Scarface

Di Scarface si potrebbe parlare per giorni, basti pensare che su Google ci sono più di 20 milioni di risultati e che solo Amazon UK ha più di 7.000 articoli a tema. Oltre a dvd e cd, troviamo occhiali in stile gangster, dollari con il volto di Al Pacino, l’attore che diede il volto a Tony Montana, e poi troviamo anche questo….una statuetta per ricordarci che il mondo è nostro “The world is yours”.  Ricordate la memorabile scena in cui il corpo di Tony cade nella piscina e, sopra il suo cadavere, appare la scritta al neon che egli stesso aveva voluto far scolpire “The World is yours?

Quasi quasi ora la ordino per l’ufficio in caso un giorno mi sentissi demoralizzata e volessi ricordarmi che posso fare tutto, anche una strage sanguinosa in preda a massicce dosi di cocaina!

Screenshot_2019-04-23 scarface the world is yours statue - Cerca con Google.png

Di curiosità come la statuetta della foto qui sopra e aneddoti ce ne sono moltissimi su questa pellicola che diventò un cult nonostante non fosse un film originale ma un remake dell’omonimo lungometraggio di circa 50 anni prima. A differenza dell’originale ambientato a Chicago durante gli anni del proibizionismo, il film del 1983 si svolge a Miami con una storia del tutto contemporanea all’epoca, in cui la città era teatro di un considerevole e riconosciuto traffico di droga.

Fun Facts

Prendiamo alcuni Fun Facts che speriamo siano poco noti ai più, visto l’enorme impatto sulla cultura popolare che in realtà il film ha avuto.

1- Steven Spielberg ha diretto un’inquadratura del film. Brian De Palma, regista di Scarface, e Spielberg sono amici di lunga data, fin dalla metà degli anni Settanta, e hanno l’abitudine di visitare i set dell’altro. Quando si stava girando l’attacco iniziale dei Colombiani alla casa di Tony Montana alla fine del film, Spielberg era nei paraggi, e De Palma decise di lasciargli dirigere l’inquadratura ripresa dal basso nella quale vediamo gli aggressori entrare nella casa.

2- La performance di Al Pacino in Scarface è stata ispirata da Maryl Streep. Mentre Tony Montana, il volgare, violento gangster di Scarface non ha molto in comune con l’attrice più amata di Hollywood, Al Pacino l’ha in realtà citata come una delle influenze principali per il ruolo. Ciò che l’ha ispirato è stata la sua interpretazione in La scelta di Sophie: a detta dell’attore, infatti, la sua attenzione ai dettagli nell’interpretazione di un personaggio proveniente da un altro Paese è eccezionale.

3- La scena della motosega di Scarface è ispirata ad un evento reale. Oliver Stone, per scrivere Scarface, ha passato diversi mesi a Miami in compagnia della polizia locale con lo scopo di fare delle ricerche. E a quanto pare, fu attratto da un caso particolarmente sanguinoso. Nel 1980, un importante giro di contrabbando guidato da Mario Tabraue (il quale diventò la principale fonte di ispirazione per il personaggio di Tony), fece a pezzi un uomo di nome Larry Nash con una motosega, dopo aver scoperto che questi era un informatore per il Bureau of Alcohol, Tobacco, and Firearms. Tabaraue fu poi arrestato dal FBI nel 1987 durante la cosiddetta “Operazione Cobra”: all’epoca, il suo giro di contrabbando valeva oltre 75 milioni di dollari.

4- Tammy Lynn Leppert è scomparsa poco dopo le riprese. La diciottenne attrice, modella ed ex reginetta di bellezza interpretò la “distrazione” di Manny (Steven Bauer) mentre era in auto durante la famigerata scena della motosega. Leppert è stato vista l’ultima volta a Cocoa Beach, in Florida, il 6 luglio 1983, appena cinque mesi prima che Scarface raggiungesse i cinema. Le autorità ipotizzarono che Leppert avrebbe potuto essere incinta di tre mesi al momento della sua misteriosa scomparsa e che il suo status di persona scomparsa potesse essere legato a diversi serial killer e reti di traffico di droga nella zona. La sua attuale ubicazione è ancora sconosciuta.

5- La già menzionata frase “The World is yours” dà nome a vari prodotti, tra cui un videogioco e molte canzoni/album. Il videogioco, nato nel 2006, porta il nome Scarface: The World Is Yours ed è modellato sullo stile di Grand Theft Auto, è ambientato a Miami ed è basato sulla pellicola di Brian De Palma. Per quanto riguarda la musica questa frase dà il titolo ad un album del Motörhead (con una licenza di scrittura, The Wörld is Yours), uno dei Rich the Kid e ad  un brano del rapper Nas. Ma il brano che ci piace di più è sicuramente quello degli Arch Enemy:

Interessanti queste curiosità, vero? Personalmente quella che ho trovato più singolare è che la performance di Al Pacino sia stata ispirata a Meryl Streep!

A mio avviso film come Scarface sono sempre circondati da un alone di mistero e da parecchie controversie. Quindi che la scena della motosega sia ispirata ad un evento reale ci sta, ma che l’interpretazione di Tony Montana sia ispirata dalla futura Miranda Priestley del Diavolo veste Prada fa riflettere!

EXTRA BONUS

Per concludere ecco anche un fun fact su Giorgio Moroder. “Giorgio of Moroder” è una canzone scritta e registrata dal duo di musica elettronica francese Daft Punk per il loro quarto album in studio, Random Access Memories (2013). È la terza traccia dell’album. La canzone presenta un monologo del musicista italiano, che parla della sua vita e della sua carriera musicale. “Giorgio of Moroder” è entrato nelle classifiche in Francia e in Svezia a seguito dei numerosi download dell’album.

#theworldisyours

#everybodycallsmegiorgio

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi